V edizione

22 – 25 ottobre 2015

La musica nel mondo antico: è questo il tema portante della quinta edizione della Rassegna del Documentario e della Comunicazione Archeologica di Licodia Eubea.
Un tema tanto complesso quanto affascinante, dal momento che la vita stessa dell’uomo è sempre stata scandita da suoni e vibrazioni musicali, e lo è ancora oggi. Difficile immaginare un passato muto: sarebbe come immaginare il mondo antico in bianco e nero, quando lo sappiamo denso di colori e sfumature.
Gli studi sulla comprensione e ricostruzione della musica antica hanno compiuto notevoli progressi negli ultimi anni, di cui offriremo una sintesi nei nostri incontri di archeologia. Ma parleremo anche dei nuovi linguaggi adottati nella comunicazione archeologica e del ruolo del volontariato nell’ambito dei beni culturali, argomenti solo apparentemente distanti, giacché entrambi perseguono un obiettivo comune: un sempre più diretto coinvolgimento della società nella conoscenza della nostra memoria storica.
Il programma di quest’anno prevede una prevalenza di film italiani; questo ci fa particolarmente piacere, non tanto per spirito di campanilismo, quanto per la costatazione che nel Bel Paese qualcosa finalmente si muove sul fronte della produzione audiovisiva archeologica. Anche stavolta proporremo una finestra sulla documentaristica siciliana; lo faremo in memoria di Francesco Alliata, uno dei grandi pionieri di questo settore a livello internazionale.
Giungere alla quinta edizione -e ai suoi multipli- rappresenta per qualsiasi evento un traguardo. La nostra soddisfazione, quella più grande, è di riuscire a portare avanti un progetto culturale di qualità, capace di integrarsi al territorio in cui ha luogo, ma anche di dargli una specifica connotazione.  
Organizzare una rassegna è relativamente facile, mantenerla in vita è una scommessa. Con l’aiuto delle Istituzioni, con l’apporto dell’Archeoclub d’Italia “Mario di Benedetto” e, soprattutto, con il calore del nostro pubblico, riusciremo a percorrere una lunga strada. Questo è solo l’inizio.

“Premio Archeoclub d’Italia”

Voto del pubblico
  • VIMANA. I CARRI VOLANTI DEGLI DEI

    VIMANA. I CARRI VOLANTI DEGLI DEI

    Regia di Diego D'Innocenzo
    Prodotto da Terra srl
    9,14

  • PUNTA LINKE. LA MEMORIA

    PUNTA LINKE. LA MEMORIA

    Regia di Paolo Chiodarelli
    Prodotto da SAP Società Archeologica - Soprintendenza ai Beni Archeologici di Trento
    8,83

  • CON GLI OCCHI DI UN PELLEGRINO MEDIEVALE

    CON GLI OCCHI DI UN PELLEGRINO MEDIEVALE

    Regia di Lucio Rosa
    Prodotto da Studio Film TV
    8,69

“Premio Antonino Di Vita”

Giuria scientifica
Il premio viene assegnato a chi spende la propria professione nella promozione della conoscenza del patrimonio storico-artistico e archeologico.
 
MAURIZIA GIUSTI 
(in arte Syusy Blady)

conduttrice televisiva, regista
premio antonino di vita 2015

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi